La Casa Passiva: cos’è una casa passiva?

casa passiva medesano

Casa Passiva di Medesano

Casa Passiva di Medesano

In Italia si sente sempre più spesso parlare di edifici passivi, anche se, purtroppo, questo termine viene usato impropriamente, o ne viene data una definizione anche del tutto errata.

Ci sembra opportuno fornire la corretta definizione di “casa passiva”, un tema al quale stiamo dedicando molto spazio sul nostro blog.

Iniziano a moltiplicarsi, nel nostro Paese, eventi e presentazioni dedicate al tema degli edifici passivi.

In passato, abbiamo preso parte a un incontro sul tema, organizzato da Legambiente a Parma, organizzato in collaborazione con il CasaClima Network Emilia Romagna, del quale facciamo parte, dove la presentazione dell’evento conteneva una definizione di cosa sia una casa passiva, sostenendo che: “Un edificio si definisce passivo quando è in grado di consumare meno energia di quanto ne produca.”

Per quanto l’incontro in sé si sia dimostrato interessante, la definizione  di casa passiva indicata era errata. Un edificio così descritto, infatti, si definisce “attivo”, o anche “a guadagno energetico”. Nei nostri prossimi articoli, avremo modo di entrare più nel dettaglio, mettendo a confronto un edificio “passivo” con uno “attivo”.

Definizione A: un edificio è passivo se il suo carico invernale massimo è minore o uguale a 10 W/m2. Tradotto in italiano, un edificio che rispetta questo parametro può avere un impianto di riscaldamento che funziona solamente ad aria attraverso l’impianto di ventilazione meccanica, che è presente in ogni caso per garantire il comfort.

Definizione B: un edificio è passivo se il suo indice energetico utile invernale è inferiore a 15 kWh/m2a(*). Questo vuole dire chè l’edificio è passivo anche se è dotato di un impianto di riscaldamento minimo (ad esempio, un termoarredo in bagno), con un risparmio energetico pari a oltre il 90-95% rispetto al consumo di un edificio medio italiano.

Questa seconda definizione è particolarmente utile nel caso in cui l’edificio passivo sia il risultato di una ristrutturazione o di una riqualificazione energetica, dove talvolta non si riescono ad eliminare del tutto le perdite di calore dovute ai ponti termici.

Le due definizioni sono alternative una all’altra.

Vogliamo sottolineare che queste verifiche devono venire effettuate da progettisti esperti in materia di case passive, con un calcolo di bilancio energetico tramite software PHPP, con calcolo analitico dei ponti termici secondo norma UNI EN 10211 e 10077-2, nonchè  dati climatici accurati del sito di progetto (più accurati rispetto a quelli della normativa nazionale). Devono inoltre essere calcolati tutti i ponti termici, con un programma agli elementi finiti.

Oltre ai parametri energetici citati, devono essere rispettati altri criteri di qualità devono essere rispettati, per la riuscita di un progetto passivo:

  • il comfort deve risultare omogeneo, in particolare in prossimità dei serramenti;
  • la struttura deve risultare a tenuta all’aria, con misura in opera (Blower Door Test);
  • devono essere inoltre rispettati i limiti massimi di fabbisogno di energia di raffrescamento e di energia primaria complessiva.

(*)  Calcoli tipo software CasaClima fanno riferimento a norme semplificate (EN832), che non risultano pienamente affidabili in caso di edifici così performanti. In linea di massima, si può affermare che ad un Indice Energetico pari a 15 kWh/m2a calcolato con software XClima, corrisponde un Indice di 25 kWh/m2a calcolato con PHPP/EN13790.

related articles:

35 responses to La Casa Passiva: cos’è una casa passiva?

  1. Edifici a prova di blackout: Case Passive ad alta costante di tempo | Emu Architetti

    […] Per ottenere un edificio che sia confortevole anche in caso di blackout, occorre quindi necessariamente che questo sia isolato termicamente, e che abbia una buona tenuta all’aria (assenza di spifferi). Lo stato dell’arte a livello mondiale in questo settore è rappresentato dalle Case Passive, delle quali diamo la definizione in questo nostro articolo. […]

    Mi piace

  2. ZEN Meeting, anno zero | Emu Architetti

    […] Un paio di settimane fa, abbiamo preso parte allo ZEN Meeting 2015, l’edizione “zero” di una conferenza indipendente sul tema di Edifici a Energia Zero e Case Passive. […]

    Mi piace

  3. Le novità del PHPP 9 | Emu Architetti

    […] In occasione dell’edizione 2015 della Conferenza Internazionale Case Passive, il Passivhaus Institut ha presentato la versione 9 del PHPP, che contiene numerose novità per progettare Case Passive. […]

    Mi piace

  4. Le novità del PHPP 9 | Emu Architetti

    […] In occasione dell’edizione 2015 della Conferenza Internazionale Case Passive, il Passivhaus Institut ha presentato la versione 9 del PHPP, che contiene numerose novità per progettare edifici passivi. […]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: