Uffici tecnici: è possibile un futuro senza carta in Italia?

Ufficio tecnico senza carta in ItaliaCome ufficio tecnico nel settore dell’edizilia residenziale, noi ci occupiamo tutti i giorni di efficienza energetica, risparmio, certificazione. Vogliamo sperimentare nuovi concetti, nuove tecnologie in un settore – l’edilizia – di per sé estremamente conservatore.

Il nostro modo di lavorare, però, appartiene forzatamente ancora al Ventesimo secolo: ogni documento deve essere stampato, timbrato, firmato. E’ possibile oggi, in Italia, far funzionare un ufficio tecnico senza carta?

Il problema è emerso la settimana scorsa, quando ci siamo trovati a presentare contemporaneamente una Fine Lavori con DIA per variante finale, da un lato, e la documentazione necessaria per il ritiro di un Permesso di Costruire dall’altro.

Una volta finito di stampare, ci siamo trovati con tre pile di carta di dimensioni assolutamente ridicole per il tipo di lavori edili.

Per la DIA, resa necessaria dall’eliminazione di una parete non portante tra cucina e soggiorno (non sibile dall’esterno), sono stati necessari i seguenti documenti:

  • Domanda di DIA;
  • Scheda tecnica in fase di progettazione;
  • Fotocopia di documento d’identità del richiedente;
  • Dichiarazione di assenso del proprietario dell’immobile;
  • Fotocopia di documento d’identità dell’immobile;
  • Dichiarazione congiunta del progettista delle strutture e del direttore dei lavori riguardo il funzionamento della struttura in caso di sisma;
  • Ricevuta del versamento dei diritti di segreteria;
  • Elaborati grafici di progetto.

Per la Richiesta di Agibilità (Fine Lavori) per il medesimo edificio, sono stati necessari i seguenti documenti:

  • Domanda di agibilità;
  • Scheda tecnica illustrativa;
  • Fotocopia di documento d’identità del dichiarante;
  • Documentazione fotografica;
  • Collauto statico;
  • Dichiarazione di conformità dell’impianto elettrico e radiotelevisivo;
  • Dichiarazione di conformità dell’impianto termoidraulico;
  • Attestato di certificazione energetica;
  • Denuncia di variazione catastale;
  • Planimetrie catastali aggiornate;
  • Dichiarazione congiunta del committente e del progettista per obbligo prevenzione incendi;
  • Ricevuta del versamento dei diritti di segreteria;
  • Marca da bollo.

Per quanto riguarda invece il secondo progetto che abbiamo citato, soggetto a Permesso di Costruire, le cose sono state più complicate. Sebbese si tratti di un edificio di nuova costruzione in un lotto libero in una lottizzazione recente, l’intero comparto è soggetto sia al parere della Commissione per la Qualità Architettonica e per il Paesaggio, di competenza comunale, che a quello della Sovrintendenza ai Beni Paesaggistici, di competenza regionale.

Senza entrare nel merito del progetto, riportiamo qui l’elenco dei documenti che ci sono stati richiesti nel processo di approvazione, durato 15 mesi.

  • Domanda di Permesso di Costruire;
  • Scheda tecnica;
  • Fotocopia di documento d’identità del dichiarante;
  • Visura catastale;
  • Estratto di mappa catastale;
  • Estratto di Piano Regolatore Generale comunale;
  • Estratto di Piano Particolareggiato (lottizzazione);
  • Autocertificazione per asseveramento pratiche edilizie;
  • Scheda per la determinazione del costo di costruzione;
  • Scheda per la determinazione della superficie complessiva dell’edificio;
  • Documentazione fotografica dello stato di fatto;
  • Asseverazione ai sensi della L 10/91 per il contenimento dei consumi energetici;
  • Documentazione ai sensi della L 10/91 per il contenimento dei consumi energetici;
  • Relazione ed elaborati grafici L 13/89 per l’abbattimento delle barriere architettoniche;
  • Relazione geotecnica;
  • Domanda di allacciamento alla rete fognaria;
  • Ricevuta di versamento dei diritti di segreteria;
  • Marca da Bollo;
  • Relazione tecnica illustrativa di progetto;
  • Relazione Paesaggistica;
  • Elaborati grafici di progetto;

Ad oggi, non abbiamo ancora ricevuto fisicamente il foglio stampato del Permesso di Costruire, ma abbiamo già una scatola piena di carta, con le copie di tutti i documenti presentati durante questi 15 mesi.

Noi non vogliamo entrare nel merito se questa documentazione sia necessaria o meno. Noi ci chiediamo: deve essere per forza su carta? Dobbiamo continuare ad usare una tecnologia del Quindicesimo secolo?

La tecnologia della carta è costosta per noi, per i nostri clienti e per chi lavora con noi: pubbliche amministrazioni, consulenti, imprese edili, artigiani.

Ci sono costi diretti legati a questa tecnologia: la carta, l’inchiostro, le stampanti e i plotter. I costi indiretti sono lo smaltimento dei rifiuti prodotti (rifiuti speciali quali le cartucce delle stampanti, ad esempio), ci sono i costi legati agli spazi fisici richiesti dalle macchine e all’archiviazione di questi documenti. Ci sono ulteriori costi legati alla gestione degli archivi cartacei, che non appartengono più al modo di lavorare del Ventunesimo secolo (quanto tempo si impiega a trovare un documento cartaceo, rispetto ad una banca dati informatica ben organizzata?).

Nessuno di questi costi giova alla qualità del nostro lavoro e dei nostri progetti. Anzi, si riflette direttamente e indirettamente sui costi dei progetti che i nostri clienti devono sostenere.

Nelle prossime settimane e nei prossimi mesi proveremo a quantificare questi costi, e pubblicheremo i risultati sul nostro blog.

In questo senso, l’annuncio del portale telematico iM@teria, che consentirà agli Architetti di presentare le domande di autorizzazione dei progetti in modo digitale, sembra decisamente un passo nella giusta direzione.

Venerdì 13 maggio 2011 abbiamo presentato le pratiche edilizie su carta, come abbiamo citato.

Sabato 14 maggio 2011 abbiamo acquistato uno scanner automatico per digitalizzare interamente il nostro ufficio tecnico: ce la faremo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: